Joint Press con SentinelOne

Case Study Pulse Secure – Publiservizi
13 Aprile 2021

AKITO e SentinelOne pronte per le sfide Cyber del 2022

Roma – 07 Febbraio 2022

A poco più di un mese dalla comunicazione della loro partnership, Akito e SentinelOne si dichiarano pronte a supportare le imprese e le istituzioni italiane nello sfidante compito di proteggere la condivisione delle informazioni e promuovere l’innovazione in modo attivo ed efficiente. “Non esiste innovazione senza sicurezza” – è questo il mantra di SentinelOne, vendor di Mountain View nato attorno all’idea di sviluppare un sistema di protezione degli endpoint completamente nuovo, basato su Intelligenza Artificiale e Machine Learning, che si è poi evoluto nella piattaforma di XDR (extended detection and response), Singularity. La piattaforma riunisce funzioni di protezione degli endpoint (EPP), rilevamento e risposta agli incidenti di sicurezza (EDR), controllo dei dispositivi IoT e protezione di container e carichi di lavoro cloud (CWPP). Grazie alla XDR Automation, ogni risposta alle minacce è inoltre definita automaticamente dall’AI, fino ad arrivare al “rollback”, cioè alla capacità di capire esattamente cosa è successo e ripristinare tutti i processi compromessi come erano un secondo prima dell’attacco.

“Abbiamo visto in SentinelOne un player competente con una tecnologia all’avanguardia in grado di dare ai nostri clienti attuali e futuri, una soluzione di valore per lo sviluppo e la salvaguardia del proprio business aziendale” – afferma Fabio Naccazzani, CEO di Akito, e continua – “L’ingente mole di dati ad oggi in possesso delle imprese non può essere gestita soltanto dai team di security; vi sarà sempre di più la necessità dell’ausilio di piattaforme avanzate in grado di analizzare miliardi di eventi e fornire a loro volta output ai tecnici competenti. E se da un lato la velocità di collezione e analisi delle informazioni è importante, siamo convinti che poter contare su tecnologie nate per essere interoperabili sia oggi fondamentale. Solo così infatti le integrazioni diventano reali e di gran beneficio per i nostri clienti”.

Questo pensiero trova fondamento nella strategia 2022 di SentinelOne che fa dell’automazione e dell’orchestrazione, le chiavi per ottenere risposte rapide e autonome, anche in ambienti complessi e distribuiti. Per la compagnia di Mountain View, infatti, XDR rappresenta la naturale evoluzione dell’ Endpoint Detection and Response (EDR). Se l’EDR è in grado di azionare risposte sugli endpoint, XDR estende questa capacità, con l’obiettivo di fornire rilevamento, analisi e risposta su endpoint, reti, server, cloud-workload, mobile e molto altro.

A Luca Besana, Channel Business Manager per la Mediterranean Region di SentinelOne, il compito di affinare nei mesi che verranno la strategia di canale del vendor internazionale che ha subito trovato in Akito un valido alleato a valore aggiunto, pronto a collaborare sul mercato con entusiasmo e professionalità alla implementazione di soluzioni atte a soddisfare in pieno le peculiari e sempre più esigenti necessità di sicurezza degli utilizzatori finali.